Casa A.

Casa A.

La casa, risalente alla fine dell’800, ha conservato la sua facciata in stile Liberty, sobria ed elegante. L’intervento e’ stato volto innanzitutto a ricavare una scala centrale, prima inesistente, e due alloggi. La scala, con archi rampanti, e’ stata disegnata su esempio di quelle esistenti in altri edifici coevi della zona. Il pavimento in marmo bianco e nero dell’androne centrale era tipico dell’architettura di quel periodo. Alla sommita’ della scala e’ stato inserito un lucernario che da’ luce a tutto l’ambiente.

L’alloggio superiore riceve luminosita’ dai terrazzi a tasca ricavati all’interno del tetto. Gli interni sono caratterizzati dall’accostamento di materiali diversi: i pavimenti in lastre di ferro si alternano a quelli in legno di castagno recuperato e trattato; la superficie in ferro arrugginito nella quale e’ incastonato il camino  si giustappone alla scala in ferro acidato e legno che porta al soppalco ed alla zona-notte. Una lacrima di verde acido si ripete a contraddistinguere ed a collegare alcuni elementi
di arredo nei diversi ambienti.

Il giardino interno ha una forma quadrangolare ma non regolare, determinata dagli edifici che lo circondano. Su questa pianta e’ stata realizzata una pavimentazione in pietra di Luserna tagliata a porfido, come a proiettare sul tracciato preesistente l’impronta dell’intervento di ristrutturazione attuato nell’abitazione. La sassaiola bianca ha il compito di evidenziare i fuori-quadro e di segnare il dislivello tra il piano del giardino e quello del marciapiede. Nelle lineari fioriere a cubo sono state messe a dimora piante di bambu’, il cui colore verde richiama la stessa tonalita’ che ricorre nell’alloggio. Un piccolo dehor di 3 x 3 mt. e’ pronto ad accogliere gli amici e i visitatori nelle serate estive.

 

You can see the full gallery here